Skip to Content

Escursioni nel Parco Nazionale Torres del Paine, Patagonia

Le escursioni nel Parco Nazionale di Torres del Paine, in Patagonia, sono una delle avventure più belle del Sud America. Puoi scegliere tra diverse escursioni nel parco nazionale di Torres del Paine e godere di panorami mozzafiato.

Scritto da Steph di Worldly Adventurer

È negli ultimi passi, quando il sentiero torna su se stesso e supera la cima della collina piena di macerie, che si presenta l’iconica scena del “perché sono qui”.

Tre stretti frammenti di granito si stagliano nel cielo, proiettando le loro ombre inebrianti nelle acque blu lattiginose del lago sottostante.

Leggi anche: Le migliori cose da fare in Patagonia

Queste sono le Torres o torri dell’omonimo Parco Nazionale Torres del Paine, l’attrazione più ambita della Patagonia. E sono altrettanto magnifici in carne e ossa.

Questo drammatico paesaggio patagonico è reso ancora più affascinante dalla sfida che dovrai affrontare per raggiungerlo.

Leggi anche: I migliori viaggi per le tue vacanze avventurose

Sebbene le torri siano accessibili come parte di un’escursione di otto ore al giorno, la maggior parte dei visitatori arriva qui con uno dei trekking di più giorni del parco nazionale, il W o l’O.

Torres Del Paine W Trekking

Entrambi ti permettono di entrare in contatto con la natura selvaggia e disabitata della Patagonia, accompagnandoti in un viaggio attraverso le praterie della pampa e i ghiacciai blu uovo aggrappati in modo precario ai fianchi delle montagne. Entrambe sono esperienze che non dimenticherai mai.

Il trekking W di cinque giorni nel percorso più popolare del Parco Nazionale Torres del Paine. Gli escursionisti percorrono 80 chilometri, partendo da ovest del parco nazionale e imboccando un sentiero a forma di W verso est per passare la mattina dell’ultimo giorno alle torri.

Ogni parte dell’escursione promette un paesaggio nuovo e diverso.

Il primo giorno ti presenta la magnificenza del Glacier Grey, una lingua ghiacciata del Campo di Ghiaccio della Patagonia Meridionale che si getta nelle acque del Lago Grey.

Gli escursionisti con uno spiccato senso dell’avventura possono trascorrere un giorno in più qui, sgranchendosi le gambe con un’arrampicata su ghiaccio sulla superficie increspata del ghiacciaio o prendendo un kayak per pagaiare a poche centinaia di metri dal muso del ghiacciaio che si ritira costantemente.

Il secondo giorno ti porterà nella stretta Valle Francés, costeggiata dai ghiacciai, con una ripida salita che ti porterà ad attraversare i punti panoramici del Ghiacciaio Francés e a raggiungere il Mirador Británico, a quanto pare il punto panoramico più bello del parco – ma solo se lo raggiungi in una giornata limpida!

Il terzo giorno il percorso costeggia le rive del Lago Nordenskjold, un terreno ondulato che passa attraverso una foresta di lenga sparsa, dove vale la pena tenere d’occhio alcuni dei più timidi abitanti del parco: gufi pigmei australi e persino puma.

Infine, il quarto giorno si parte di buon’ora per iniziare la tortuosa e ripida salita attraverso la Valle Ascencio per raggiungere le torri in cima, che si possono ammirare al meglio all’alba, quando la luce sfiora le loro punte, facendole diventare di un rosso sorprendente al sorgere del sole.

Escursioni In Patagonia

Avrai bisogno di mezza giornata all’inizio e alla fine del trekking per il trasporto da e verso il parco, il che rende questa prova di cinque giorni.

Per i più intrepidi, la O è un’alternativa allettante. Questa escursione di 110 chilometri e nove giorni aggiunge altri quattro giorni di cammino a W (che si raggiunge il quinto giorno) invece di seguire un percorso circolare intorno al parco, passando per fiumi impetuosi e ghiacciai sospesi.

Uno dei punti salienti è la salita al John Gardner Pass, dove la vista a nord del Campo di Ghiaccio della Patagonia Meridionale in una giornata limpida è a dir poco stupefacente.

Con la crescita del Parco Nazionale Torres del Paine a livello internazionale, il numero di visitatori è aumentato in modo esponenziale. I viaggiatori potrebbero trovare una deludente mancanza di pace quando i numeri raggiungono il picco nei mesi di gennaio e febbraio di ogni anno.

Scegli invece di visitare il parco nella stagione di spalla, da ottobre a novembre o tra marzo e aprile, quando le prenotazioni per i campeggi (da effettuare in anticipo) sono molto più facili da ottenere.

Rate this post

Protect your trip: With all our travel experience, we highly recommend you hit the road with travel insurance. SafetyWing offers flexible & reliable Digital Nomads Travel Medical Insurance at just a third of the price of similar competitor plans.