Skip to Content

Safari nel Parco Nazionale del Serengeti

I viaggiatori temerari che vogliono sperimentare la natura e la bellezza dell’Africa dovrebbero mettere in cima alla loro lista un Safari nel Parco Nazionale del Serengeti.

Se ne andranno con tanti ricordi preziosi e, si spera, con tante belle foto!

Leggi anche: I migliori viaggi per le tue vacanze avventurose

Il Parco Nazionale del Serengeti si trova nell’estremo centro-nord della Tanzania. È la componente più grande dell’ecosistema del Serengeti, che si estende dalla Tanzania centrale a sud fino alla Riserva Nazionale Maasai Mara in Kenya.

Il nome del parco deriva dalla parola Maasai siringet, che significa “pianure infinite” o “il luogo dove la terra scorre per sempre”.

Visita-Tanzania

Il Parco Nazionale del Serengeti è sempre un luogo meraviglioso ed emozionante da visitare. Tuttavia, i viaggiatori che pianificano un viaggio scopriranno che la stagione secca (da giugno a ottobre) è il periodo migliore per pianificare un viaggio.

La fauna selvatica è più attiva e abbondante in questo periodo. È anche il periodo in cui la maggior parte degli animali partorisce i propri piccoli, il che è sempre una cosa straordinaria da vedere.

Il modo migliore per raggiungere il Parco Nazionale del Serengeti è tramite un aereo di linea. Il viaggio è a un’ora o meno dalla capitale della Tanzania, Arusha, o da altri parchi nazionali remoti della Tanzania.

I passeggeri di questi voli potranno godere di viste mozzafiato del paesaggio tanzaniano e la maggior parte dei voli li porterà sopra o vicino al cratere di Ngorongoro.

Il Serengeti ha un numero minimo di alloggi permanenti. La maggior parte dei turisti alloggia in campi tendati semi-permanenti. I campi vengono costruiti durante l’alta stagione e vengono portati via alla fine della stagione.

Le tende individuali in questi campi sono in genere grandi tende di tela con uno spazio interno di 300-400 metri quadrati. Le tende sono solitamente dotate di piattaforme in legno per garantire una superficie di calpestio comoda e sicura all’interno della tenda. La maggior parte ha anche acqua corrente, sciacquoni e docce a secchio.

Quando si tratta di trovare i migliori panorami della fauna selvatica in Africa, il Serengeti è probabilmente il miglior parco della Tanzania e probabilmente uno dei migliori di tutta l’Africa orientale.

Gli avventurieri potranno vedere grandi branchi di bufali del Capo, oltre a elefanti, giraffe e zebre. Sono molto diffusi gli animali con le unghie, come eland, topi, impala, gazzelle e dik-dik.

Il Migliore-Safari-In-Tanzania

Nel Serengeti si trovano anche tutti e tre i grandi felini dell’Africa: leoni, ghepardi e leopardi.

Non è affatto raro che i visitatori vedano un leone o un ghepardo divorare una preda fresca lungo i sentieri del parco. Spesso questi animali cacciano e mangiano in coppia: uno mangia una parte dell’uccisione fresca mentre l’altro tiene d’occhio altri predatori che vogliono assaggiare di nascosto il loro sudato pasto.

Dopo un po’ di tempo, i cacciatori si spegneranno in modo che entrambi possano saziarsi. Le ossa e i tendini di un’uccisione fresca vengono spesso lasciati in pasto alle iene o agli avvoltoi.

Una delle esperienze più belle del Serengeti è la Grande Migrazione. Oltre due milioni di gnu, zebre e gazzelle si spostano verso sud da giugno a ottobre e tornano a nord da dicembre a marzo.

Seguono gli antichi sentieri che i loro antenati hanno utilizzato per migliaia di anni.

Gli animali in migrazione sono più vulnerabili quando attraversano torrenti e fiumi: possono essere facilmente abbattuti da ippopotami o coccodrilli mentre nuotano per mettersi in salvo.

Gli animali si raggruppano sulla riva di un fiume e mandano in avanscoperta i predatori che potrebbero ucciderli così facilmente.

Serengeti-Tanzania

Quando viene emesso il segnale di “via libera” – di solito il roco raglio di una o più zebre – gli animali saltano rapidamente in acqua e nuotano in un flusso continuo.

Spesso attraversano in più ondate per ridurre il tempo che l’intero branco trascorre in acqua.

Anche gli appassionati di bird-watching avranno molto da sperimentare nel Parco Nazionale del Serengeti. Scopriranno che l’ecosistema del Serengeti-Mara ospita oltre 500 specie distinte di uccelli, la metà delle quali è limitata al Parco Nazionale del Serengeti.

Potranno inoltre osservare cinque specie di uccelli che non si trovano in nessun’altra parte del mondo. Il Serengeti è una delle principali aree ornitologiche endemiche dell’Africa, ovvero importanti habitat destinati alla conservazione degli uccelli.

Alcune delle specie più comuni e degne di nota presenti nel Serengeti sono l’uccello innamorato di Fischer, l’uccello pescatore dal petto grigio, l’otarda di Kori, il tessitore dalla coda ruvida e l’uccello segretario.

Il birdwatching nel Serengeti è buono tutto l’anno, ma la presenza di uccelli migratori rende i mesi da novembre ad aprile i periodi migliori per l’osservazione. I fotografi di uccelli dovrebbero portare la loro migliore attrezzatura e i loro obiettivi più lunghi!

Oltre agli animali, il Parco Nazionale del Serengeti è ricco di paesaggi incredibili, con un’ampia varietà di alberi e piante e tante dolci colline.

È uno dei luoghi più remoti e incontaminati che la maggior parte dei turisti sperimenterà nella propria vita. È un’esperienza che gli animi avventurosi non dovrebbero lasciarsi sfuggire!

Scritto da Jim di Storie e immagini di viaggio

Rate this post

Protect your trip: With all our travel experience, we highly recommend you hit the road with travel insurance. SafetyWing offers flexible & reliable Digital Nomads Travel Medical Insurance at just a third of the price of similar competitor plans.