Skip to Content

Lista definitiva delle migliori cose da fare in Patagonia

Se mostri a qualcuno una foto della Patagonia, magari un’istantanea dell’imponente Monte San Valentin o del prezioso ghiacciaio Perito Moreno, è probabile che indovini che si tratta di una foto scattata da qualche altra parte: magari dalla British Columbia, dalle Alpi o dall’Himalaya.

Che sia giusto o no, il Sud America non è il primo posto a cui la maggior parte di noi pensa quando immagina catene montuose innevate e affascinanti escursioni.

Ma forse dovremmo farlo.

Il continente ospita una lista esaustiva di opportunità di avventura e alcune delle migliori si trovano in Patagonia.

La Patagonia si estende per circa 400.000 miglia quadrate nella parte più meridionale del Sud America.

Da est a ovest, la regione si estende tra la costa cilena del Pacifico e quella argentina dell’Atlantico. Da nord a sud, va dai 40 ai 55 gradi circa (lo stesso intervallo che intercorre tra la Spagna settentrionale e la Scozia settentrionale nell’emisfero nord).

Tutto questo spazio racchiude una grande varietà di cose da vedere e da fare. Potresti passare tutta la vita a esplorare gli angoli più remoti, spogli e desolati ma bellissimi della Patagonia (e molti lo hanno fatto).

Quindi, per aiutarti a decidere cosa fare durante la tua visita, ho chiesto a un gruppo di blogger di viaggio cosa consigliano.

Dai tour in elicottero alle escursioni di più giorni su ripidi sentieri di montagna, ecco cosa ti consigliano:

1. Penisola Valdes

Raccomandato da Melissa di Family Voyage

Guida Turistica Della Patagonia

Una delle cose più belle da fare nella Patagonia argentina è avvicinarsi alla fauna selvatica autoctona .

Ci sono molte specie sulla terraferma e nelle acque locali – tra cui i guanachi e le balene franche australi – ma nessuna è così speciale come le colonie di pinguini di Magellano che vivono sulla Penisola Valdes.

Questo fantastico tour ci ha portato all’Estancia San Lorenzo, un ranch privato con una spiaggia di cui i pinguini non possono fare a meno.

All’Estancia San Lorenzo potrai vedere migliaia di pinguini e, a differenza della vicina (e più famosa) Punta Tombo, la proprietà è disponibile esclusivamente per i partecipanti al tour .

Novembre è l’inizio della stagione turistica in Patagonia e il periodo migliore per vedere la fauna locale. Da un lato, è la fine della stagione dell’avvistamento delle balene a Golfo Nuevo; dall’altro, è l’inizio della stagione della cova dei pinguini!

Viaggio In Patagonia

Abbiamo avuto la fortuna di visitarla durante la prima settimana di schiusa e abbiamo potuto vedere i segni della nuova vita tutt’intorno. C’erano adorabili cinguettii di piccoli pulcini e proprio accanto a loro c’erano piccole uova divise ordinatamente a metà.

Mamma e papà pinguini si aggiravano con disinvoltura davanti ai visitatori lungo i sentieri tra le tane, mentre si prendevano cura a turno dei loro nuovi gemelli.

Se hai la fortuna di aggiungere al tuo itinerario una visita alla provincia di Chubut, nella Patagonia settentrionale, non dimenticherai mai l’incontro ravvicinato con questi piccoli pinguini!

2. Giro in elicottero sul lago General Carrera e sui ghiacciai di Aysen

Consigliato da Fran di La Vida Nómade

Giro In Elicottero-Patagonia-Cile

Stavo viaggiando con altri giornalisti ad Aysen, nella parte settentrionale della Patagonia, in Cile. Ci siamo alzati alle 8 del mattino e ci siamo messi in viaggio.

Abbiamo attraversato paesaggi incredibili: zone umide, scogliere e laghi. Mezzo stordito dalle curve, siamo arrivati a destinazione: Puerto Guadal.

Lì ci aspettava una grande sorpresa. Non appena siamo entrati nel lodge Terra Luna, ho visto un cartello di legno con scritto “Helitours”. Non avevo mai volato in elicottero. Avevo paura, ma il nostro pilota era un ex membro esperto dell’Aeronautica Militare e questo mi ha dato fiducia.

Ci hanno dato le istruzioni e l’elicottero è decollato. Il vento era dalla nostra parte e il dispositivo si agitava appena. Abbiamo attraversato il maestoso lago General Carrera (il più grande lago del Cile) verso il ghiacciaio Meliquina, dove ci siamo divertiti a goderci il paesaggio.

Poi siamo tornati all’elicottero per sorvolare il ghiacciaio e raggiungere un canyon. Mi sentivo come in un film d’azione.

Una volta tornati al lodge Terra Luna, eravamo tutti molto felici ed eccitati. È stato un sogno assoluto vedere il ghiacciaio e il lago General Carrera dall’alto.

3. Circuito di Huemul

Consigliato da Kristin di Be My Travel Muse

Circuito Huemul

Se hai voglia di una (vera) sfida in Patagonia, non cercare oltre il Circuito Huemul.

Questo circuito è abbastanza difficile e tecnico da tenere lontano la maggior parte delle persone, ed è uno degli unici percorsi in Patagonia da cui è possibile vedere il Campo di Ghiaccio della Patagonia Meridionale.

La maggior parte del percorso non è segnalata, 3 ore di sentiero sono quasi in discesa e devi portare con te tutto ciò di cui avrai bisogno durante il trekking, e intendo proprio tutto, compresi un moschettone e un’imbracatura che puoi noleggiare nei negozi in città.

L’escursione dura circa 4 giorni. Il primo giorno è una piacevole escursione da El Chaltén attraverso un po’ di foresta e alcune aree aperte.

Il secondo giorno inizierai con un’imbracatura e ti tirerai su una fune metallica, proprio sopra i fiumi.

Le ore successive saranno dedicate all’arrampicata su una morena rocciosa del ghiacciaio, per poi salire a piedi e mani su un sentiero di ghiaia per 1000 metri. Si tratta di uno dei percorsi più ripidi che ho fatto, ma la vista è straordinaria durante questa parte del percorso.

Il terzo giorno sarebbe stato il più difficile da affrontare: il sentiero si restringeva al punto che un passo falso avrebbe significato cadere fino al campo di ghiaccio. Tuttavia, la ricompensa in cima è lo splendido e intenso color acquamarina del ghiacciaio, unito all’acqua cristallina del ghiacciaio stesso.

L’ultima mattina sarai accolto dalle sfumature dell’oro e del rosso e dagli iceberg che galleggiano sul ghiacciaio Viedma, prima di concludere questo trekking impegnativo con un viaggio di ritorno in autobus.

4. Carretera Austral

Raccomandato da Warren di Sling Adventures

Carretera-Austral Patagonia

La Carretera Austral è un trionfo dell’ingegneria cilena e una reliquia della spietata dittatura di Pinochet.

Ha collegato le isolate città della Patagonia settentrionale ed è stato costruito in 20 lunghi anni di sangue, sudore, lacrime e congelamento. Oggi i viaggiatori indipendenti affrontano questo sentiero sterrato, polveroso e tortuoso con ogni mezzo possibile.

La Carretera Austral è conosciuta come Ruta 7, un tratto di autostrada cilena di 1.240 km. Inizia nel grintoso e industriale centro di trasporto di Puerto Montt e si estende a sud fino a un punto morto isolato a Villa O’Higgins.

La Carretera Austral è sicuramente un momento in cui il cliché del viaggio contro la destinazione si fa sentire.

I viaggiatori sono attratti dai magnifici panorami montani, dalle cittadine sonnolente, dai parchi nazionali meravigliosamente verdi, dalle escursioni in cima alle colline, dai ghiacciai pieni di crepacci e dai branchi di simpatici cani ruspanti.

È una ricompensa per essersi lanciati nell’ignoto e per aver affrontato le sfide importanti che si presentano a chi è disposto a percorrere la strada meno battuta.

5. Ghiacciaio Perito Morino

Consigliato da Lora di Explore with Lora

Ghiacciaio Di Lora Patagonia

Il ghiacciaio Perito Morino è un imponente ghiacciaio lungo 30 km situato vicino a El Chatlen, in Argentina.

Dalla città partono diversi tour, ma una delle esperienze migliori e più coinvolgenti che si possano fare è il trekking sul ghiacciaio con Hielo Adventura . Ho fatto il mini-trekking ed è stata un’esperienza fantastica.

Il tour inizia con il prelievo presso il tuo alloggio a El Calafete. Una volta arrivato al parco, proseguirai per 20 minuti in auto attraverso uno splendido scenario fino al molo delle barche.

Da lì, con un giro in barca di 20 minuti, ti avvicinerai al ghiacciaio dove incontrerai le tue guide per il trekking che ti forniranno i ramponi per camminare sul ghiaccio.

Durante il trekking le guide si fermeranno per scattare foto e per farti conoscere l’affascinante paesaggio dei ghiacciai: torrenti, piccole lagune, gulli, cravasses e tantissime formazioni di ghiaccio dai colori blu più incredibili.

Le guide forniscono spiegazioni sulla flora, la fauna e la glaciologia generale della regione che ha prodotto questo incredibile ghiacciaio. Come bonus, alla fine del tour abbiamo potuto entrare in una grotta di ghiaccio scavata da un fiume che scorreva attraverso il ghiacciaio.

L’interno era così magico, con una luce fluorescente naturale blu e formazioni di ghiaccio che sembravano opere d’arte. Dopo il trekking la guida ti porterà a pranzare vicino al molo dei traghetti, dove potrai ammirare il ghiacciaio da lontano.

È incredibile osservare i pezzi che si staccano da essa, mentre i grandi pezzi si staccano creando un’enorme onda nell’oceano. Dopo pranzo riprendi la barca e dirigiti verso la sezione di osservazione del balcone.

I balconi offrono una vista impressionante su tutti i lati del ghiacciaio, per poterne cogliere appieno le dimensioni.

6. Visita la Grotta delle Mani

Consigliato da Michael di Time Travel Turtle

Grotta Delle Mani In Patagonia

Raggiungere la Grotta delle Mani può essere un’avventura in sé. Si trova nel bel mezzo del nulla, a circa un giorno di viaggio in autobus da qualsiasi luogo in cui tu voglia andare, e sembra che non ne valga la pena.

Ma ne vale la pena, perché sarai tra i pochi a visitare uno dei luoghi più speciali della Patagonia. La Grotta delle Mani è il luogo in cui i cacciatori di questa regione soggiornavano durante il loro passaggio più di 9000 anni fa.

Seguivano gli animali e le stagioni e trascorrevano del tempo qui ogni anno. Sulle pareti hanno lasciato il segno con impronte di mani e dipinti della loro vita.

Queste antiche immagini nelle grotte mostrano animali, uomini, metodi di caccia e aspetti del lavoro quotidiano. Non è solo una testimonianza dell’antica storia dell’Argentina, ma anche una visione della vita degli esseri umani ben prima dell’ascesa delle civiltà e della società come la conosciamo oggi.

Il fatto che questi dipinti siano sopravvissuti così a lungo è davvero incredibile. Quando l’ho visitato, sono stata la prima persona a venire quel giorno.

La guida locale mi ha fatto fare un giro da solo, il che mi ha permesso di vivere un’esperienza molto più intima. È bello avere un’atmosfera calma e tranquilla alla Cave of Hands perché c’è molto da pensare quando si vede qualcosa di così speciale.

STAI SEGUENDO LA MIA SERIE SUL SUDAMERICA?

Uno dei posti più belli da visitare in Sudamerica è il SALAR DE UYUNI, le saline in BOLIVIA. Un’altra grande avventura è quella di pedalare sulla strada della morte in BOLIVIA.

Le Galapagos sono uno degli arcipelaghi più famosi al mondo. Dai un’occhiata al mio ITINERARIO DI 10 GIORNI A TERRA ISOLE GALAPAGOS e alla mia GUIDA COMPRENSIVA SULLE ISOLE GALAPAGOS. Un’altra grande avventura in Patagonia è l’ESCURSIONE NEL PARCO NAZIONALE TORRES DEL PAINE.

Questo post è stato utile? Se è così, assicurati di appuntarlo su   per poterlo consultare in seguito!

Cosa C'È Da Fare In Patagonia

Rate this post

Protect your trip: With all our travel experience, we highly recommend you hit the road with travel insurance. SafetyWing offers flexible & reliable Digital Nomads Travel Medical Insurance at just a third of the price of similar competitor plans.